Gennaio 2018

Lo scenario proposto simula lo scontro di Königswartha avvenuto nel Maggio 1813 tra forze russe al comando di Langeron contrapposte alla divisione italiana del generale Peyri.
Tratto dal libro "Napoleonic Scenario n.7 - Shadow  over the Empire" by Ares Milano ed edito da Partizan Press.

La mappa completa (by Giovanni Martignoni - ARES Milano) sviluppata per un tavolo 300x180cm
Konigswartha 300x180

Consigliato un tavolo 240x180cm eliminando i 60cm di strada. I rinforzi francesi entreranno 2 turni dopo rispetto a quanto indicato nello scenario.
Konigswartha1813

Nei primi turni della battaglia le unità russe si muovono per ingaggiare il contingente italiano piazzato nell'area di Königswartha.  E' di cavalleria la prima schermaglia con l'artiglieria a cavallo che evade alla carica degli ulani russi, mentre gli ussari si scontrano con i cacciatori a cavallo italiani...fuoco difensivo di una basetta di fanteria...12! Le 2 perdite e lo stato di falter penalizzano il russo che esce sconfitto, si disperde e nel test la brigata di cavalleria "rompe"...ma i rinforzi sono già in marcia giungendo sul campo di battaglia.

Konigswartha 6Turno 3: Dichiarazioni di cariche della cavalleria russa sull'artiglieria agganciata e sui cacciatori italiani.

Konigswartha 7
Turno 3: Fuoco difensivo, va beh, saranno anche la compagnia di granatieri, ma "doppio 6"...che fortuna!

Konigswartha 2Situazione al termine del turno 4 con i cacciatori a cavallo che dopo aver sconfitto gli ussari russi, ripiegano dietro le proprie linee per riordinarsi mentre 2 battaglioni di linea italiani giungono a fuoco di moschetto dall'artiglieria e dagli jagers russi. Fuoco a mitraglia dell'artiglieria russa e...doppio 1! Out of ammunitione per tutta la durata della battaglia.

Konigswartha 3Turno 4: sull'altro fronte della battaglia, l'artiglieria italiana viene piazzata, pronta a ad "accogliere" i rinforzi russi.

Konigs T7.2
Un russo "ispirato" invia i cosacchi sul fianco dx italiano, cambio ordini riuscito festeggiato con un sorso di vodka e carica sul fianco di un btg di linea italiano che reagisce passando il test di morale e limitando i danni nella successiva melee (retreat). Anche la cavalleria pesante russa passa il test di carica (altro sorso di vodka) caricando un btg in linea che inperterrito riesce a formare quadrato. Il pursuit test manda i cosacchi in carica incontrollata ad attaccare anch'essi il quadrato. La cavalleria vince ma NON abbastanza per sfondare il quadrato venendo respinte (pushed-back). Nel frattempo iniziano ad affluire i rinforzi di Kellerman.

 

Konigsw T7 cos
Seppur distanti dal CiC, i cosacchi ricevono l'ordine di assaltare il battaglione italiano prendendolo d'infilata.

Konigs T7.1JPGDopo aver costretto il battaglione di fanteria italiano a ritirarsi, i cosacchi partoni in carica incontrollata schiantandosi anch'essi sul quadrato.

Konigsw T7 KellTurno 7: Kellerman con i rinforzi entra sul campo di battaglia.

Konigsw T8.1
Turno 8: la cavalleria russa viene respinta dal quadrato italiano mentre gli jagers si avvicinano pronti ad investire il quadrato col fuoco dei moschetti. 

Konigsw T8.2jpg

Turno 8: sul fronte a nordest le colonne russe si avvicinano minacciose alla linea francese mentre la cavalleria di Kellerman è pronta a caricare l'artiglieria. A sud nel test di unità, vengono dispersi i cacciatori italiani con la brigata che rompe...

Konigsw T9.1
Turno 9: nelle dichiarazioni di carica nonostante NON siano state distribuite le riserve di vodka, le colonne russe chiudono sui due battaglioni italiani che passano il test, rimangono in linea ad affrontare la carica. La cavalleria viene (momentaneamente) fermata dal fuoco a mitraglia dell'artiglieria. 

Konigsw T9.2
Turno 9: nelle 2 melee sono i russi ad avere la meglio mandando in rotta un btg e spingendo indietro l'altro. Nei test seguenti tutte le unità entro 15cm non subiscono gli effetti della rotta, ma nel test la brigata va in "FALTER" e dovrà ripiegare verso il proprio punto di ritirata. Il francese tira un sospiro di sollievo, la rottura della brigata avrebbe potuto avere conseguenze disastrose...e adesso Kellerman è pronto a contrattaccare.

continua...